top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreemanuelatimperi

INDENNITÀ DI ACCOMPAGNAMENTO: LE NOVITÀ


Con l'ordinanza n. 5032 del 15.03.2016 la Corte di Cassazione Sez. Lavoro ha esteso il riconoscimento dell'indennità di accompagnamento anche a coloro che sono affetti da gravi patologie neurologiche e mentali. In base a tale sentenza, hanno diritto all'indennità di accompagnamento non solo ai soggetti che non sono in grado di compiere fisicamente i gesti della vita quotidiana, ma anche coloro che, pur essendo fisicamente abili, non comprendono il significato dell’atto che stanno compiendo, con il rischio di esporre al pericolo la propria salute.

14 visualizzazioni0 commenti
bottom of page