top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreemanuelatimperi

SUI CONTI CORRENTI


*** SUI CONTI CORRENTI ****

CASSAZIONE SEZ. III CIVILE, SENTENZA n. 30313/2019

Secondo la recente sentenza n. 30313 del 21.11.2019 della Corte di Cassazione, il coniuge che opera su conto corrente dell’altro pur in assenza di una delega scritta nella forme di rito si considera legittimato ad operare se c’è comunque il consenso dell’intestatario.

Allorquando tale consenso non sia provato per iscritto nelle forme di una delega rituale, deve essere possibile dedurlo dai comportamenti del titolare del conto, quali la mancata contestazione degli estratti conti pervenuti (da cui si evincono i movimenti eseguiti dall’altro) e l’uso promiscuo del carnet degli assegni.

8 visualizzazioni0 commenti
bottom of page