top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreemanuelatimperi

PAZIENTE CRONICO CON ALZHEIMER GRAVE: LA RETTA RSA E' A CARICO DEL SSN


La Corte di Cassazione con ordinanza recente (n. 13714 del 2023) torna nuovamente sulla questione: chi deve pagare la retta RSA per il malato cronico affetto da grave forma di Alzheimer?


La risposta? In caso di degenti gravemente affetti da Alzheimer la retta è interamente a carico del SSN.


"l'attività prestata in favore di soggetto gravemente affetto da morbo di Alzheimer ricoverato in istituto di cura è qualificabile come attività sanitaria, quindi di competenza del Servizio Sanitario Nazionale, non essendo possibile determinare le quote di natura sanitaria e detrarle da quelle di natura assistenziale, stante la loro stretta correlazione, con netta prevalenza delle prime sulle seconde, in quanto comunque dirette, anche ex art. 1 D.P.C.M. 8 agosto 1985, alla tutela della salute del cittadino.

Quindi, nel caso in cui le prestazioni di natura sanitaria non possano essere eseguite «se non congiuntamente» alla attività di natura socioassistenziale, cosicché non sia possibile discernere il rispettivo onere economico, prevale, in ogni caso, la natura sanitaria del servizio, in quanto le altre prestazioni -di natura diversa- debbono ritenersi avvinte alle prime da un nesso di strumentalità necessaria, essendo dirette alla «complessiva prestazione» che deve essere erogata a titolo gratuito, dimostrata la natura inscindibile ed integrata della prestazione: in tal caso, infatti, l'intervento sanitario- socio assistenziale rimane interamente assorbito nelle prestazioni erogate dal Sistema sanitario pubblico.



p.s. Si rammenta che ogni caso è a sè e necessita di una valutazione e consulenza specifica sulla base dei fatti e della documentazione fornita.


Per la tua consulenza:

Avv. Emanuela Timperi - tel 0774 012000 mail: emanuelatimperi@virgilio.it


Yorumlar


bottom of page