top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreemanuelatimperi

PRELIEVO DAL CONTO COINTESTATO TRA CONIUGI: SEMPRE LEGITTIMO?

Alla base di molti litigi di coppia è la gestione delle somme sul conto cointestato.

E' sempre automatico e legittimo il prelievo da parte del coniuge della metà del denaro presente sul conto cointestato?

Dipende.

La Corte di Cassazione è tornata ancora sul tema con una recente pronuncia (ordinanza n. 9197 del 2023) dalla quale è emerso che il coniuge non può prelevare la metà del denaro presente sul conto corrente cointestato se esso proviene dall'altro, magari per donazione dei genitori : “Il deposito di denaro o di titoli, non rientranti nella comunione in quanto beni personali ai sensi dell’art. 179 comma 1 lett. b) c.c., in un conto cointestato tra i coniugi in comunione legale, non può essere configurato come donazione indiretta all’altro coniuge, se non c’era l’intenzione dell’ex coniuge di effettuare un atto di liberalità” .



Si ricorda che ogni situazione è a sè e necessita dello studio del caso e della documentazione per una consulenza specifica.



Comments


bottom of page